Effetti e Processori di segnale: Distorsore

Read this page in English Read this page in English Lire cette page en Français
CDROM Corso Audio Multimediale Ti piace questo Corso?
Scarica la versione integrale!

Non è esagerato affermare che questo effetto ha cambiato la storia della musica. La nascita del Rock infatti deve molto all'invenzione di questo effetto scoperto per caso come risultato di un'errata amplificazione. Il principio di funzionamento del distorsore è molto semplice. Quando l'ampiezza di un segnale supera la soglia massima consentita all'ingresso di un amplificatore, si incorre nel fenomeno chiamato saturazione. Questo significa che quando il segnale di ingresso è minore della soglia, l'amplificatore funziona correttamente e riproduce in uscita la forma d'onda amplificata. Quando però il segnale di ingresso supera la soglia, l'amplificatore ha raggiunto il suo massimo e non è in grado di amplificare ulteriormente la forma d'onda. Ciò si traduce in un'uscita costante pari al massimo consentito per l'amplificazione per tutto il tempo che il segnale di ingresso rimane al di sopra della soglia. Quando il segnale di ingresso ridiscende al di sotto della soglia l'amplificatore ricomincia a funzionare correttamente. La figura seguente illustra la curva di amplificazione di un amplificatore e la sua azione su un segnale di ingresso di tipo sinusoidale che presenta dei massimi al di sopra della soglia.

Effetti e processori di segnale - Effetto della saturazione su una sinusoide

Effetto della saturazione su una sinusoide

Dunque in uscita abbiamo un segnale 'saturato'. La saturazione introduce una brusca variazione del segnale che non segue più il suo andamento sinusoidale naturale e questo significa che il nuovo segnale contiene nuove frequenze più alte di quella originaria. Vediamo questo fatto dal punto di vista della teoria dei segnali facendo riferimento alle nozioni introdotte nella relativa sezione [Distorsione da saturazione ] .

Abbiamo detto più volte che qualsiasi segnale complesso è riconducibile alla somma di sinusoidi a diverse frequenze (e fasi). Più brusche sono le transizioni presentate dal segnale, più frequenze sono necessarie per riprodurlo in termini di sinusoidi. Guardando ora la sinusoide saturata di figura ci accorgiamo che sono state introdotte delle brusche transizioni e dunque nello spettro devono essere comparse delle nuove frequenze e sono queste che generano il suono tipico della distorsione. Dunque la distorsione allo stato puro si ottiene alzando il guadagno di un pramplificatore in modo che parte del segnale che poi andrà all'amplificatore finale [Curva di amplificazione ] . superi in certi punti il suo valore di soglia. Un bell'amplificatore Marshall valvolare è in grado di generare un bellissimo suono di distorsione. Se non ne avete uno, potete usare un effetto che simula al suo interno la saturazione, anche se la qualità dell'effetto sarà diversa.

Di seguito viene riportato un suono su cui è stato applicato un effetto Distorsore in diverse modalità.

Tabella 7.3. Distorsore 

AC30 Crunch Light [Traccia 32]

Effetti e processori di segnale - AC30 Crunch Light[Traccia 32]

Marshall Heavy [Traccia 33]

Effetti e processori di segnale - Marshall Heavy[Traccia 33]

Mesa [Traccia 34]

Effetti e processori di segnale - Mesa[Traccia 34]







curve 

Leggi tutto sull'integrazione Audiosonica-Wikipedia Approfondimenti su Wikipedia

curve 

Ultimi commenti

curve 

Ultimi articoli

curve 

Post più visti