Lo studio di registrazione: Il registratore, il computer, i monitor

Read this page in English Read this page in English Lire cette page en Français
CDROM Corso Audio Multimediale Ti piace questo Corso?
Scarica la versione integrale!

Di seguito vengono elencati alcuni elementi che sono sempre presenti in uno studio di registrazione. Di ognuno viene data una breve descrizione rimandando il lettore ad altre sezioni dedicate per una trattazione più approfondita.

11.8.1. Il registratore

La registrazione può essere effettuata utilizzando supporti sonori diversi e in modalità analogica o digitale. Anche qui la scelta di una modalità piuttosto che un'altra dipende dalle conoscenze e convinzioni di ognuno. In questa sezione verrà preso come riferimento un registratore multitraccia analogico [Registratori Analogici ] (in ogni caso il principio della registrazione non cambia, ciò che varia è solamente il supporto su cui viene memorizzata l'informazione sonora) in quanto gran parte della terminologia impiegata nasce da questa tipo di macchina che poi viene simulata nelle sue funzionalità dai registratori digitali e dai sistemi di Hard Disc Recording [Hard Disc Recording ] .



11.8.2. Il computer

Un computer dentro una sala di regia può svolgere diverse funzioni. Una delle principali è quella di fornire un riferimento per la temporizzazione [Sincronizzazione ] . Può inoltre fungere da sequencer per pilotare tutti gli strumenti e i moduli dotati di interfaccia MIDI [Il protocollo MIDI ] grazie anche al fatto che risulta temporizzato in sincronia con tutte le altre attività dello studio. Naturalmente il computer può anche fungere da sistema di Hard Disc Recording.



11.8.3. I monitor

Sono i diffusori attraverso i quali si effettuano gli ascolti nella sala di regia. Vengono montati ai lati del mixer diretti verso la posizione del fonico. La loro caratteristica principale è la loro risposta virtualmente piatta a differenza degli altoparlanti per uso domestico che tendono ad enfatizzare alcune zone di frequenza e attenuarne altre al fine di restituire un suono più corposo. Questo può appunto andare bene per ascolti domestici tuttavia in sala di regia c'è la necessità di avere uno strumento di misura il più fedele possibile. Per questo i monitor da studio restituiscono un suono più aspro ma, in un certo senso, più vero. I monitor che vengono posti immediatamente ai lati del mixer vengono chiamati monitor di campo vicino e sono quelli che vengono impiegati normalmente. Studi di grandi dimensioni possono avere una ulteriore coppia di monitor di dimensioni maggiori con una risposta sulle frequenze basse più estesa. Questi vengono chiamati monitor di campo lontano e vengono generalmente impiegati alla fine di un missaggio per avere una percezione più precisa delle basse frequenze.










curve 

Leggi tutto sull'integrazione Audiosonica-Wikipedia Approfondimenti su Wikipedia

curve 

Ultimi commenti

curve 

Ultimi articoli

curve 

Post più visti