Operare nello studio di registrazione: Il missaggio

Read this page in English Read this page in English Lire cette page en Fran├žais
CDROM Corso Audio Multimediale Ti piace questo Corso?
Scarica la versione integrale!

Il missaggio consiste nel prelevare tutti i segnali che sono stati registrati sulle varie tracce del nostro supporto e fonderli in un unico segnale stereo. La prima operazione da compiere consiste nel mettere il mixer in stato di missaggio. Quando un mixer si trova in questo stato in ogni canale, il canale principale e quello monitor vengono invertiti. Prima, durante la fase di registrazione le uscite del registratore erano connesse agli ingressi dei canali monitor. In questo caso le uscite vengono connesse all'ingresso dei canali principali. Questa volta tutti gli accessori del canale (equalizzatori, filtri ecc.) agiscono sul canale principale in modo tale da poter manipolare ogni segnale a nostro piacimento. Anche stavolta i canali sono collegati ai gruppi ma stavolta questi servono a una funzione diversa. Prima di vedere questa funzionalità mettiamoci in una situazione reale e vediamo come operare. Supponiamo di avere eseguito una registrazione su 23 tracce (la 24-esima l'abbiamo riservata al codice di temporizzazione) e supponiamo di aver registrato sulle tracce i seguenti strumenti:

  1. Cassa della batteria

  2. Rullante della batteria

  3. Charleston della batteria

  4. Panoramico sinistro della batteria (OverHead Left)

  5. Panoramico destro della batteria (OverHead Right)

  6. Basso

  7. Linea 1 di chitarra ritmica

  8. Linea 2 di chitarra ritmica

  9. Assolo di chitarra

  10. Voce solista

  11. Controcanto solista

  12. Voce coro 1

  13. Voce coro 2

  14. Voce coro 3

  15. Voce coro 4

  16. Tastiera 1 Left

  17. Tastiera 1 Right

  18. Tastiera 2 Left

  19. Tastiera 2 Right

  20. Violino

  21. Percussioni 1

  22. Percussioni 2

  23. Percussioni 3

Cominciamo a mixare! Prima cosa, dopo aver messo il mixer in modalità missaggio e il registratore in modalità repro [Modalità Repro ] , riportare alla posizione iniziale tutti i fader, potenziometri e mettere tutti i bottoni in modalità off. Questo ci eviterà di impazzire per capire perché una data cosa non funziona come dovrebbe: un bottone lasciato premuto in una sessione precedente, quando lo si ritiene disattivato, può essere fonte di grosse perdite di tempo. Assegniamo tutti i canali al mix bus (controllato dal master master fader L e R) tramite la routing matrix di ogni canale, tiriamo su i fader, posizioniamo i controlli panoramici e ascoltiamo l'insieme dei suoni. A questo punto possiamo aggiungere effetti vari a ogni segnale per cercare di ripulirlo, limarlo, colorarlo. Agendo sugli equalizzatori cerchiamo di far uscire dal suono le frequenze che più lo contraddistinguono mentre attenuiamo le frequenze che lo rovinano, con i compressori conferiamo al suono la sua giusta dinamica, aggiungendo riverbero diamo spazialità ad un suono. Naturalmente questa è l'arte del missaggio e non è pensabile descriverla per iscritto; ognuno ha la sua esperienza, i suoi trucchi, i suoi gusti. Vediamo comunque qualche tecnica di base.








curve 

Leggi tutto sull'integrazione Audiosonica-Wikipedia Approfondimenti su Wikipedia

curve 

Ultimi commenti

curve 

Ultimi articoli

curve 

Post più visti