Supporti sonori digitali

Read this page in English Read this page in English Lire cette page en Français
CDROM Corso Audio Multimediale Ti piace questo Corso?
Scarica la versione integrale!

In questa sezione passeremo in rassegna i supporti che consentono di memorizzare il segnale audio in forma digitale. Ovviamente in questo caso entrano in gioco fattori come la frequenza di campionamento e i bit di quantizzazione che possono degradare il segnale prima che questo venga memorizzato. Una volta che il segnale digitale è stato memorizzato la sua degradazione è più improbabile ancorché presente. Il grosso vantaggio della memorizzazione del segnale in forma digitale risiede nel fatto che è possibile eseguire tutte le operazioni di manipolazione nel dominio digitale e dunque in certi casi senza nessuna perdita di informazione [42 ]. Per copiare un segnale da un supporto a un altro (per esempio su un computer) vengono trasferiti i singoli bit e dunque la sequenza viene riprodotta integralmente e senza errori sul supporto di destinazione. Copiando una traccia analogica su un altro supporto analogico introduciamo invece delle degradazioni (basti pensare a cosa succederebbe copiando un segnale da un nastro all'altro un centinaio di volte: alla fine il fruscio sarebbe talmente alto da sovrastare il segnale originario che avrebbe oltretutto perso molte delle sue componenti in frequenza; eseguendo invece l'operazione del dominio digitale non ci sarebbe nessuna perdita di informazione!). Nei supporti digitali il segnale audio viene prima convertito in digitale attraverso l'operazione di campionamento [Campionamento ] e successivamente viene memorizzato sotto forma di dati; per ascoltare il segnale originario occorrerà una nuova conversione dal dominio digitale a quello analogico. Una volta che il segnale è stato convertito e memorizzato sotto forma di dati, è molto meno soggetto a deterioramenti in quanto le informazioni numeriche sono memorizzate in maniera differente rispetto ai segnali analogici [43 ]. Vedremo ora i supporti digitali più utilizzati nella pratica distinguendoli in tre categorie: magnetici, ottici e magneto-ottici.




[42 ] Ogni volta che viene eseguita una conversione da analogico a digitale parte dell'informazione trasportata dal segnale stesso viene irrimediabilmente persa.

[43 ] I supporti digitali permettono di memorizzare le informazioni sotto forma di bit. Oltre ad una maggiore affidabilità del supporto stesso occorre considerare il fatto che alle informazioni relative al segnale audio possono essere aggiunte una serie di altre informazioni che vengono utilizzate per l'individuazione e la correzione di eventuali errori di lettura come per esempio il controllo di parità descritto più avanti.







  • inserito il 08-09-2006 01:06
    la conoscenza abbatte ogni barriera
    g\cod bless you
  • inserito il 21-03-2006 19:21
    Complimenti davvero! questo sito un'enciclopedia!! .. che ci sono talmente tante cose da sapere e tanti concetti non proprio facilissimi,che ora ho le idee confusissime! credevo che il mini disc fosse il migliore per registrare ma.. tu che dici? sono una musicista ed ho bisogno di registrare prove d'orchestra in maniera professionale (senza spendere un sacco di soldi), cosa uso? Grazie
  • inserito il 02-03-2004 17:28
    Scusa, mi molto difficile per totale mancanza di tempo. Dare risposte dettagliate. A rischio di sembrarti autoreferenziale ti segnalo il seguente link... per ora di pi non posso fare: http://feelingeyre.blog.excite.it/permalink/12541 . Spero ti sia in qualche modo di aiuto
  • inserito il 12-02-2004 10:43
    ciao, cercavo delle informazioni sulla macchina che viene usata per incidere i dischi in vinile. mi puoi dare un aiuto?