Il protocollo MIDI

Read this page in English Read this page in English Lire cette page en Français
CDROM Corso Audio Multimediale Ti piace questo Corso?
Scarica la versione integrale!

Il termine MIDI è l'acronimo di Musical Instrument Digital Interface ed è un protocollo [47 ] di comunicazione, concepito nel 1983, che consente di pilotare un dispositivo musicale tramite un dispositivo controllore. Vedremo come in realtà sia possibile con questo protocollo controllare tutta una serie di apparecchi contemporaneamente facendoli lavorare in modo sincronizzato. Introduciamo il principio di funzionamento considerando una tastiera-sintetizzatore dotata di un'interfaccia [48 ] MIDI controllata da un computer. Il computer è dotato di un software in grado di 'registrare' [49 ] gli impulsi che provengono dalla tastiera-sintetizzatore memorizzando anche gli istanti di tempo a cui arrivano; dunque possiamo eseguire un pezzo musicale sulla tastiera-sintetizzatore e 'registrarlo' sul computer. È importante capire che il computer non registra il suono che esce dalla tastiera-sintetizzatore ma dei codici corrispondenti alle note che vengono suonate e i loro riferimenti temporali. In fase di riproduzione il computer spedisce alla tastiera-sintetizzatore i codici che ha memorizzato nella fase precedente e la tastiera-sintetizzatore li interpreta esattamente come se un musicista avesse effettivamente suonato in quel momento le note corrispondenti. Il protocollo non è cambiato dall'anno della sua creazione (anche se ha subito notevoli estensioni) e questo fa sì che dispositivi molto vecchi siano in grado di comunicare con i dispositivi moderni e continuino dunque ad essere utilizzabili senza problemi. Nel corso di questa sezione vedremo nel dettaglio come funziona il protocollo MIDI e i contesti nei quali si utilizza in cui il principio di funzionamento appena descritto viene notevolmente esteso. Nel seguito per fissare le idee supporremo che il nostro dispositivo MIDI sia sempre una tastiera essendo quello che racchiude in sé tutte le funzionalità che verranno descritte, tuttavia le considerazioni fatte valgono in generale per qualsiasi dispositivo dotato di interfaccia MIDI.

Oggi, i dispositivi vengono spesso interfacciati con i computer e dunque la parte di protocollo relativa allo strato fisico (cavi, connettori) è cambiata passando allo standard USB. In altre parole la connessione MIDI viene effettuata attraverso cavi e connettori di tipo USB. Tuttavia la parte applicativa del protocollo (quella relativa ai messaggi) è rimasta invariata.




[47 ] Un protocollo è un insieme di specifiche che definiscono tutti gli aspetti della comunicazione tra due entità. Per entità si intende un qualsiasi apparecchio in grado di comunicare con altri apparecchi nelle modalità definite dal protocollo di comunicazione. Nel nostro caso le due entità che comunicano possono essere una tastiera-sintetizzatore e un computer che la pilota.

[48 ] Un'interfaccia è un dispositivo elettronico che converte dei segnali generati da una macchina in un formato comprensibile dalla macchina che li deve ricevere ed elaborare. I dati che arrivano all'interfaccia sono di tipo binario ossia sotto forma di impulsi elettrici che rappresentano i valori 0 e 1 eventualmente raggruppati in blocchi da 8, 16 o più bit. Un'interfaccia seriale trasferisce i bit uno per uno mentre un'interfaccia parallela trasferisce gruppi di n bit alla volta e risulta dunque molto più veloce nel trasferimento dei dati. Questa maggiore velocità di trasferimento implica però una maggiore complessità circuitale e di conseguenza un prezzo più alto.

[49 ] Questa operazione viene effettuata per mezzo di programmi che prendono il nome di sequencer.







  • inserito il 09-01-2009 05:49
    Perfetto, diciamo che avete "preso spunto" dal libro "imparare la tecnica del suono" di Marco Sacco
  • inserito il 11-08-2006 15:18
    Preciso Gabry!!

    alla sae ci lavora gente che non ne ha voglia di fare un emerito ...

    complimenti per il sito!!! fantastico e utilissimo!
  • inserito il 11-08-2006 15:15
    complimenti ottime spiegazioni, io studio alla sae ma se sapevo evitavo di spendere soldi inutilmente dato che qui ci sono le stesse cose e spiegate in maniera pi "umana"
curve 

Leggi tutto sull'integrazione Audiosonica-Wikipedia Approfondimenti su Wikipedia