Lettera P

PA

Acronimo di Public Address. Indica il sistema di diffusori che sono preposti alla diffusione del suono in sala in una situazione live

Pacchetto d'onda

I suoni in natura hanno un inizio e una fine. Ci si riferisce a tali suoni col il termine pacchetto d'onda che ne indica l'azione circoscritta nel tempo. Un pacchetto d'onda è costituito da un'onda portante la cui ampiezza è controllata da un'onda modulante che prende il nome di inviluppo

PAD

Circuito resistivo inserito generalmente nei canali dei mixer che introduce su un segnale un'attenuazione fissa dell'ordine di 20-30 dB

Padiglione auricolare

Struttura in cartilagine facente parte dell'orecchio esterno che funge da collettore sonoro offrendo una superficie sufficientemente ampia. Le onde riflesse dal padiglione auricolare vengono convogliate nel condotto uditivo. Il padiglione auricolare ha un'importante funzione che è quella di garantire l'individuazione della direzione di provenienza del suono da parte del cervello. Le onde riflesse sul padiglione presentano tra loro piccoli sfasamenti poiché hanno percorso cammini non eguali. Il sistema nervoso si rivela capace di trarre da queste piccole diversità informazioni di tipo direzionale

PAL

Phase Alternate Line. Standard per la televisione a colori utilizzato in Europa (esclusa la Francia), Australia e Asia

Pan

Posizione di uno strumento nel fronte sonoro stereofonico

Panpot

Contrazione di PANoramic POTentiometer (potenziometro panoramico). Utilizzato per bilanciare la percentuale di segnale da inviare su due linee. Si differenzia dal potenziometro del bilanciamento per il fatto che il panpot prende un segnale mono e lo invia in percentuali diverse a due linee separate mentre il bilanciamento agisce unicamente su un segnale stereo

Parallela, uscita

Uscita di un dispositivo digitale che presenta parole di n bit contemporeaneamente . Si differenzia dall'uscita seriale che invece presenta i dati come un unico flusso sequenziale da suddividere con una successiva elaborazione

Parità

Codice per il controllo e la correzione di errore su una trasmissione digitale. Offre un grado di affidabilità sufficiente. Esistono codici di correzione di errore molto più affidabili ma che introducono una maggiore quantità di dati di controllo sul segnale digitale da trasmettere

Pascal

Unità di misura della pressione

Passivo, dispositivo

Circuito che contiente solo componenti passivi (resistenza, condensatore, induttore) e che dunque non necessita di un'alimentazione

Patchbay

Griglia di connettori in cui è presente una presa per ogni connessione dello studio. Necessaria per centralizzare in un unico punto tutti i collegamenti al fine di modificarli a seconda delle esigenze del momento

Approfondimenti: [La PatchBay]

PCI

Acronimo di Peripheral Component Interconnect. Bus per il trasferimento di dati fra la CPU e schede e periferiche, come la scheda grafica, quella audio, il modem. Gli slot PCI sono di colore bianco. E' un'architettura recente, che ha rimpiazzato ISA, EISA ed MCA, rispetto alle quali permette una maggiore velocità

PCM

Acronimo di Pulse Code Modulation, Codice a modulazione di impulsi. Modalità di conversione di un segnale analogico che viene codificato in una serie di impulsi

Peak

In italiano: picchi. Variazioni istantanee di un segnale che assume per pochi istanti ampiezze elevate

Periodo di un'onda

Tempo necessario per compiere un'intera oscillazione. Indicato con la lettera T è calcolato come l'inverso della frequenza ossia: T=1/f

Phantom power

Potenza aggiuntiva che viene fornita ad un microfono a condensatore allo scopo che amplificarne il segnale e polarizzarne le placche in modo significativo. Viene fornita tramite l'applicazione di una tensione di 48 V

Phon

Unità di misura della percezione dell'intensità sonora alla frequenza di 1KHz. Utilizzato per identificare le curve isofoniche: ad esempio la curva isofonica da 40 phons presenta un'ampiezza di 40 dBspl in corrspondenza della frequenza di 1 KHz

Vedi anche: [Curve isofoniche]

Pick-up

Trasduttore in grado di trasformare una vibrazione meccanica in un segnale elettrico

Pienezza

Criterio di qualità acustica. E' correlata al rapporto tra intensità del suono riflesso e quella del suono diretto: se tale rapporto cresce, il suono è più pieno

Piezo

Particolare tipo di cristallo che modifica il suo volume quando viene sottoposto ad una tensione elettrica. Se il segnale applicato è un seganle audio la variazione di volume si traduce in una vibrazione in grado di generare un'onda sonora che sarà l'equivalente acustico del segnale elettrico applicato

Pitch

Termine che indica la percezione della tonalità di un suono legata alla frequenza. In altri termini aumentando (diminuendo) il pitch si percepisce una nota più acuta (grave)

Pitch Bend (Protocollo MIDI)

Comando che controlla il bending di una nota

Approfondimenti: [Il protocollo MIDI]

Polar pattern

Vedi: [Diagramma polare]

Polifonia (Protocollo MIDI)

Numero di voci che possono essere utilizzate contemporanemente in uno strumento MIDI su uno stesso canale

Approfondimenti: [Il protocollo MIDI]

Post enfasi

Equalizzazione applicata in fase di riproduzione allo scopo di completare la procedura di riduzione del rumore iniziata in fase di registrazione con una equalizzazione mirata ad enfatizzare le alte frequenze

Vedi anche: [Pre enfasi]

Approfondimenti: [Sistemi di riduzione del rumore]

Potenziometro

Resistenza variabile che permette di modificare la quantità di corrente che scorre al suo interno

Pre enfasi

Equalizzazione applicata in fase di registrazione allo scopo di attuare una procedura di riduzione del rumore. In fase di riproduzione verrà effettuata l'operazione inversa allo scopo di riottenere il bilanciamento di frequenza iniziale ma con un minore rumore di fondo

Vedi anche: [Post enfasi]

Approfondimenti: [Sistemi di riduzione del rumore]

Preamplificatore

Consiste in un amplificatore di tensione che ha lo scopo di aumentare la tensione del segnale di ingresso che a volte presenta voltaggi molto bassi (come nel caso di un microfono). Ciò si rende necessario per rinforzare il segnale che altrimenti sarebbe troppo debole per essere manipolato da altri circuiti (come per esempio un amplificatore finale di potenza) che invece lavorano con voltaggi più consistenti

Preamplificatore microfonico

Su un mixer è il primo amplificatore che incontra il segnale microfonico con l'effetto di aumentarne il voltaggio

Presenza

Equalizzazione applicata tra i 120 Hz e i 2.5 KHz su una voce allo scopo di farla risaltare maggiormente

Pressione sonora

La pressione acustica generata da un'onda sonora

Prime riflessioni

Vedi: [Suono precoce]

Principio di Huygens

In un mezzo attraversato da onde, ogni punto che si trova su un fronte d'onda ad un certo istante può essere considerato come una nuova sorgente di onde sferiche

Produttore

Producer. È la persona che decide ogni dettaglio della resa sonora di un disco e impartiscce in tal senso istruzioni all'ingegnere del suono che le mette in pratica

Prossimità, effetto di

Eccessiva accentuazione delle frequenze basse che si può verificare utilizzando tecniche microfoniche ravvicinate

Psicoacustica

Con questo termine si identifica lo studio della relazione tra i suoni e la loro interpretazione data dal cervello. In passato la psicoacustica ha dedicato più attenzione al comportamento del sistema uditivo periferico piuttosto che ai dettagli del processo cognitivo. La psicoacustica raccoglie oggi le competenze dell'acustica e della psicologia poiché mette in relazione gli stimoli sensoriali ed il risultato a livello psicologico e comportamentale che essi provocano

Pulsazione di un'onda

Grandezza caratteristica di un'onda calcolata tramite la formula: ω = 2πf

Punto di rotazione

E' il punto in cui la caratteristica di trasferimento di un compressore interseca la linea di guadagno unitario

Vedi anche: [Compressore]

PWM

Acronimo di Pulse Width Modulation, Modulazione a durata di impulso. Si utilizza un'onda rettangolare la cui durata varia ciclicamente

PZM, microfono

Sono speciali tipo di microfono a condensatore che sfruttano il fatto che in prossimità di una superficie riflettente l'onda incidente viene rinforzata dall'onda riflessa. Ciò crea una zona in prossimità della superficie riflettente che prende il nome di zona di pressione (Pressure Zone). Il microfono PZM ha una forma piatta e viene posizionato su superfici di almeno un metro quadrato come per esempio una parete. Vengono spesso impiegati per conferenze in cui vengono posizionati al centro della tavola








curve 

Ultimi commenti

curve 

Ultimi articoli

curve 

Post più visti