Lettera R

Raggio della sala

In un ambiente acustico è la distanza dalla sorgente sonora in cui suono diretto e suono riverberato hanno la stessa intensità

RAM

Acronimo di Random Access Memory. E' una memoria ralizzata attraverso circuiti integrati ed è utilizzata per memorizzare dati da parte per processore centrale di un computer. Presenta tempo di accesso molto veloci e dunque si rende necessaria in gran quantità nelle applicazioni real-time come quelle audio/video. Il suo contenuto viene perso al momento dello spegnimento del computer

Random

Termine inglese che indica un evento casuale

Rapporto di compressione

In un compressore indica il rapporto tra i dB del segnale di uscita e i dB del segnale di ingresso

Rapporto Segnale Rumore

Grandezza espressa in dB che indica il rapporto, espresso in decibel, tra il segnale e il rumore di fondo

Real Audio

Programma che permette di creare e ascoltare in rete file musicali di tipo streaming

Rear Horn

Vedi: [Tromba retroattiva]

Reflection Free Zone

Vedi: [RFZ]

Registrazione analogica

La forma d'onda da registrare viene memorizzata su un supporto magnetico sotto forma di variazione della polarizzazione delle particelle magnetiche presenti sul nastro

Rehearse mode

Modalità di prova. Per esempio quando il modo reharse viene applicato in fase di registrazione permette una simulazione dell'intera operazione senza però registrare effettivamente il segnale sul nastro. Utile quando si effettuano operazioni complesse per verificare, prima di operare realmente, che tutte le funzionalità sono state impostate correttamente

Release

Vedi: [Rilascio]

Remix

Nuovo arrangiamento di un brano

Reverse channel/line

Modalità inversa per un canale di un mixer da studio. Inverte per quel canale la modalità di funzionamento rispetto al settaggio complessivo del mixer che può essere in modalità di registrazione o di missaggio. Quando il mixer è in modalità normale, il channel path corrisponde al fader più grande mentre il monitor path a quello pèiù piccolo. Mettendo il mixer (o il canale) in modalità reverse si inverte questa situazione

RFZ

Acronimo di Reflection Free Zone. Indica un ambiente dove sono state ridotte al minimo le riflessioni (idealmente sono state eliminate)

RIAA, equalizzazione

Acronimo di Recording Industry Association of America. Curva di equalizzazione standard utlizzata in passato per l'equalizzazione finale nella registrazione di LP su supporto vinile

Riferimento, livello di

Vedi: [Livello di riferimento]

Riflessione

Fenomeno fisico per il quale un'onda sonora che incide su una superficie con un determinato angolo di incidenza, viene in parte riflesso con un determinato angolo di riflessione

Approfondimenti: [Riflessione]

Riflesso acustico

Se un suono è eccessivamente forte, l'orecchio medio sviluppa delle difese: il muscolo timpanico si irrigidisce evitando al timpano una esagerata deformazione

Riflesso di Stapedio

Vedi: [Riflesso acustico]

Rifrazione

Fenomeno fisico per il quale una forma d'onda che attraversa due mezzi di diversa densità modifica la sua direzione di propagazione

Approfondimenti: [Rifrazione]

Rilascio

Quarta e ultima fase dell'inviluppo ADSR. Terminata la fase di sustain, l'ampiezza del suono diminuisce fino ad esaurirsi

Vedi anche: [Inviluppo]

Rilevazione di errore

Sistema di codifica dei dati che consente, attraverso l'aggiunta di opportuni bit di controllo, di identificare errori di ricezione e dunque eventualemnte di richiedere una ritrasmissione dei dati. Ha lo svantaggio di aumentare la mole di dati da gestire

Rinforzo sonoro

Amplificazione di un suono data dalla sovrapposizione di due o più forme d'onda indentiche

Ripper

Termine che indica i programmi che permettono di salvare la traccia di un CD audio sul proprio computer

Risonatore di Helmholtz

Cavità risonante a forma di boccia sferica con due aperture diametralmente opposte. La piccola apertura viene appoggiata all'orecchio mentre quella grande è deputata a far entrare il suono nel risonatore. A seconda delle dimensioni della boccia viene eccitata una determinata frequenza. Veniva utilizzato nel secolo scorso per effettuare analisi armoniche

Ritardo interaurale

Vedi: [ITD]

Riverberazione

Vedi: [Riverbero]

Riverbero

Ripetizioni multiple e ravvicinate del segnale audio con ampiezza via via decrescente

Approfondimenti: [Riverbero]

RMS

Acronimo di Root Mean Square. Significa letteralmente "radice quadrata della media", ovviamente della media di due valori al quadrato. Per es: se consideriamo due valori a e b, il valore RMS sarà: Radice quadrata di [(a2+b2)/2]

ROM

Acronimo di Read Only Memory. E' una memoria il cui contenuto non è modificabile e che contiene le unità di elaborazione di un computer. Allo spegnimento della macchina il contenuto della ROM viene mantenuto

Rotation point

Vedi: [Punto di rotazione]

RT60

Parametro che identifica il tempo di riverberazione. Misurato in secondi

Vedi anche: [Tempo di riverberazione]

Rumble

Rumore alle basse frequenze indotte generalmente da vibrazioni meccaniche

Rumore

Interferenza sul suono originario che può essere sia di natura elettrica che acustica

Rumore a banda stretta

Rumore localizzato in una ristretta banda di frequenze

Rumore bianco

Tipo di rumore la cui ampiezza media si mantiene costante su tutto lo spettro di frequenze

Approfondimenti: [Rumore bianco]

Rumore da asperità

Rumore a bassa frequenza presente sui nastri magnetici causato dalle asperità

Rumore di quantizzazione

Distorsione introdotta dal fatto che l'operazione di quantizzazione introduce un'approssimazione sul voltaggio da convertire in campione durante la conversione di un segnale da analogico a digitale

Vedi anche: [Errore di quantizzazione]

Rumore di fondo

Produzione di suoni indesiderati di varia natura

Rumore marrone

Simile al rumore rosa ma con una caduta sull'ampiezza pari a 6 dB per ottava

Approfondimenti: [Rumore marrone]

Rumore quiescente

Rumore che proviene da un impianto audio senza l'applicazione di alcun segnale

Rumore residuo

Rumore di fondo presente su un nastro magnetico dopo ceh è stato cancellato

Rumore rosa

Rumore termico in cui sullo spettro si ha una caduta di ampiezza pari a 3 dB per ottava. Viene utilizzato come segnale di test

Approfondimenti: [Rumore rosa]

Rumore termico

Generato dal calore insito in qualsiasi componente elettronico. Il calore fa sì che all'interno del componente si verifichino delle collisioni di elettroni in tutte le direzioni e a tutte le velocità generando delle correnti a tutte le frequenze. Le ampiezze di queste frequenze ossia le intensità delle correnti sono mediamente costanti in quanto la direzione delle collisioni è assolutamente casuale. Il rumore termico aumenta con la temperatura in quanto aumenta con essa l'energia cinetica associata alle particelle

Approfondimenti: [Rumore termico]

Rumore, Filtro

Filtro progettato per eliminare un determinato rumore localizzato in una determinata zona di frequenza. Non è il caso del rumore di fondo che risulta generalmente esteso su tutto lo spettro delle frequenze udibili